Diventa istruttore di Brain Longevity

Un corso intensivo di formazione per insegnare i protocolli di stile di vita e pratica meditativa mirati a rinforzare la salute, l’efficienza delle funzioni cerebrali e prevenire le malattie degenerative delle funzioni cognitive.
Ci spiega come funziona Alessia Tanzi, docente del corso e l’unica Brain Longevity Specialist e Lead Trainer certificata dalla Alzheimer’s Research & Prevention Foundation di Tucson, Arizona.

Come diventare insegnante di Brain Longevity?

Si tratta di una disciplina all’avanguardia, frutto di 25 anni di studi, ricerche e pratica della Alzheimer’s Research & Prevention Foundation di Tucson, in Arizona, focalizzati sulla longevità del cervello e della mente.
Tutti noi, con il passare dell’età, abbiamo bisogno di rimanere efficienti a livello cognitivo.
Con questo corso, oltre a imparare a diventarlo, si ottiene anche la certificazione ufficiale di Brain Longevity Instructor dagli USA, per diventare istruttori.
Si tratta di protocolli che utilizzano tecniche di meditazione, respirazione e indicazioni di stili di vita che hanno un forte impatto sulle funzioni del nostro cervello, sulla lucidità mentale, la rigenerazione cellulare, la salute e la longevità.

Quali sono gli studi di cui si è occupata la Alzheimer’s Research & Prevention Foundation?

La Fondazione finanzia ricerche per le più importanti Università americane, ma non solo, collabora anche con importanti scienziati.
Una tra questi è Elizabeth Blackburn, Premio Nobel 2009 per la Medicina per i suoi studi sulla telomerasi, in particolare su una specifica sequenza di Dna espressa nei telomeri che è in grado di preservare le cellule dall’invecchiamento.
Una scoperta molto importante perché i disturbi legati al declino delle funzioni cognitive, come demenza, perdita di memoria e l’Alzheimer, rappresentano oggi la maggiore causa di degrado della qualità della vita dopo i 65 anni.

Con la Brain Longevity è possibile prevenire queste malattie?

Certamente.
I suoi pilastri, di cui ho anche approfondito i temi proprio su Guryou, sono:

  • La Nutrizione, perché il nostro cervello dipende in gran parte dai nutrienti del cibo, l’Esercizio fisico e mentale, con cui si riduce il rischio di ammalarsi di Alzheimer del 50%.
  • Lo Stress management per gestire lo stress responsabile dell’aumento del cortisolo, ormone che danneggia i neuroni, le sinapsi e ci fa invecchiare prima.
  • Lo Spiritual Fitness, per comprendere l’importanza della socialità con le persone, imparare ad assumere comportamenti di pazienza e compassione. Ma anche focalizzarsi su obiettivi e progetti che danno un senso profondo alla propria esistenza.

Com’è strutturato il corso di Brain Longevity Instructor?

Si tratta di due moduli formazione organizzata durante il fine settimana in cui si approfondiscono i protocolli con una parte teorica, una pratica e materiali di supporto per approfondire studi scientifici, letture ed esercizi.
Il corso offre la possibilità di sperimentare immediatamente una sensazione di benessere fisico, psicologico e spirituale.
Un aumento del livello di energia fisica, emotiva e mentale, una migliore qualità del sonno. La riduzione delle sensazioni di ansia, stress, preoccupazione. Sensazioni che riflettono ciò che avviene nel corpo: una maggiore azione dei geni “positivi” e lo spegnimento dei geni infiammatori, l’attivazione delle aree cerebrali significative con conseguente aumento dell’efficacia personale e della lucidità mentale, la rigenerazione cellulare (aumento del 43% della telomerasi, l’enzima del ringiovanimento), l’inversione della naturale tendenza alla perdita di memoria.
Il migliore modo per diventare istruttore e successivamente insegnare, è quello di provare in prima persona questi benefici.

Per Informazioni e iscrizioni: Alessia Tanzi, Y-C Founder, General Manager
www.yoga-coaching.org/programmi-mental-coaching/training-istruttori/